giovedì 7 ottobre 2010

ZAFFIRO



ZAFFIRO



Classe minerale: ossidi, famiglia del corindone
Formula chimica: Al2O3 + Fe,Ti
Sistema cristallino: trigonale
Processo litogenetico: primario o terziario
Colore: blu, incolore, giallo, rosa

La pietra di Saturno

Lo Zaffiro fa parte della famiglia dei corindoni. Esistono anche zaffiri rosa e gialli, ma il più comunemente conosciuto (che verrà qui descritto) è lo zaffiro blu, il cui colore è dato dalla presenza di ferro e di titanio.

Per beneficiare delle proprietà di questo cristallo non è necessario acquistare un gioiello, ma è sufficiente usare una pietra grezza, più economica, che possiede comunque le stesse qualità della pietra preziosa.

Anticamente lo Zaffiro era considerato la pietra collegata al pianeta Saturno e rappresentava il cielo, gli angeli, la magia, la fiducia e l’amicizia.
Santa Ildegarda lo cita nei suoi scritti dicendo che “indica il grande amore per la saggezza”. Ne consiglia l’uso per i problemi agli occhi, per avere una buona capacità intellettiva e una conoscenza profonda e solida, oltre che per placare l’ira.

Questo splendido cristallo lavora sul 6°chakra, elimina la confusione mentale e favorisce l’espressione creativa. Induce alla realizzazione degli obbiettivi che ci si è prefissati, riducendo la tendenza ad essere dispersivi. Apre la mente, favorendo il contatto con le energie cosmiche.
È la gemma della saggezza, della virtù, della devozione. È utile a quanti desiderano sviluppare livelli altamente spirituali.

Secondo la tradizione, dal punto di vista fisico, stimolerebbe l’ipofisi e si rivelerebbe utile per i problemi che riguardano il sistema nervoso e il cervello. Ridonerebbe equilibrio al sistema endocrino e quello immunitario, e stimolerebbe la volontà di combattere gli stati di malessere. Essendo una pietra blu, inoltre, mitigherebbe gli stati febbrili.

Si può indossare come ciondolo, o montato come gioiello. È ottimo durante la meditazione: posato sul 6°chakra dona pace e armonia interiore.

Si purifica con le solite procedure, si ricarica sia alla luce del sole che a quella della luna. Nel primo caso la pietra sarà di aiuto alla mente logica, nel secondo all’intuitività e alle percezioni sottili.

.
.

.

Nessun commento:

Posta un commento

Eseguiamo Siti e Blog a prezzi modici visita: www.cipiri.com

LIKE

Share

Post più popolari

Elenco blog AMICI