martedì 28 settembre 2010

Scegliere i cristalli




Quando guardiamo i cristalli alcuni ci attirano più di altri. Siamo affascinati dalla loro energia,
dal colore o dalla forma: il primo tipo di scelta è dettato dai sensi.

Questi non sbagliano, perché di solito si viene richiamati da qualcosa di cui si ha davvero bisogno,
dai colori e dalle vibrazioni che servono per riequilibrare la nostra energia.
Preferire il cristallo che attira di più è sempre un buon metodo.
 La scelta in questo modo non passa per la nostra mente razionale, ma sarà comunque efficace.

Quindi, se un cristallo vi piace, acquistatelo: sarà certamente utile ed adatto a voi.
Se volessimo scegliere in modo più razionale, potremmo basarci sulle doti legate al colore,
 alla composizione chimica ed al reticolo cristallino,
 o sul suo potere riequilibrante nei confronti dei sette Chakra.

Le proprietà del colore del cristallo, così come vuole la tradizione e come viene riportato
 in alcuni testi di esperti della materia, potrebbero essere sintetizzate così:

NERO: assorbe i ristagni di energia, allevia il dolore e distende, infonde sicurezza e stabilità (Ossidiana, Quarzo fumé, Tormalina nera).
ROSSO: dona energia e vitalità, favorisce la rigenerazione del sangue e dei tessuti, genera calore (Rubino, Granato, Agata).
ROSA: dona compassione e tranquillità (Quarzo rosa, Opale rosa, Tormalina rosa).
ARANCIO: favorisce equilibrio e serenità, rende gioviali e spontanei (Corniola, Ambra, Calcite arancio).
GIALLO: favorisce la digestione, aiuta il pensiero razionale e l'assimilazione di energia, dona felicità e fiducia in se stessi (Quarzo Citrino, Topazio, Ambra, Calcite gialla).
VERDE: colore della guarigione, calma e bilancia il cuore e la mente. Sostiene l'attività della cistifellea e del fegato (Diaspro verde, Giada, Tormalina verde, Avventurina, Olivina).
BLU: colore della mente creativa, dona chiarezza mentale, saggezza, ha fama di antisettico per la gola (Lapislazzuli, Turchese, Crisocolla, Sodalite, Acquamarina).
VIOLA: protegge dalle influenze esterne, facilita i cambiamenti, sviluppa l'ispirazione, l'arte e la libertà di pensiero (Ametista, Fluorite, Sugilite).
BIANCO, TRASPARENTE: veicola la luce, dona purezza, creatività e induce a perfezionarsi. In particolare, il Quarzo di Rocca, rafforza i poteri delle altre pietre (Quarzo di Rocca, Elestial, Selenite, Apofillite).

Per le proprietà del cristallo ci si riferirà alla descrizione dei singoli cristalli (vedi l'elenco cristalli). Queste proprietà sono dovute al loro processo di formazione nel sottosuolo (litogenesi), al tipo di reticolo cristallino e alla composizione chimica. Potremmo scegliere, ad esempio, la Corniola perché , secondo la letteratura sul tema, faciliterebbe l'assimilazione delle vitamine da parte dell'intestino tenue, e renderebbe stabili e realistici. La Tormalina nera per le sue qualità di protezione, e cosi di seguito.
Infine, possiamo scegliere in base al chakra che vogliamo equilibrare. Conoscendo le caratteristiche dei sette Chakra principali, volendo equilibrarne uno o più, sceglieremmo i Cristalli adatti (vedi la sezione Chakra).
 Ad esempio, se ci sentissimo stressati e fuori centro, con poche energie, sarebbe opportuno equilibrare il 1° chakra, e potremmo per questo scegliere un'Agata.


.
.

.

Nessun commento:

Posta un commento

Eseguiamo Siti e Blog a prezzi modici visita: www.cipiri.com

LIKE

Share

Post più popolari

Elenco blog AMICI